Se Don Camillo sfida Il nome della rosa

La prima notizia è che Guareschi c’è. In barba all’ostracismo di tanta critica, proprio su un giornale-simbolo della cultura italiana di sinistra (La Repubblica), Giovannino e il suo Don Camillo sono nel “campionato” dei maestri italiani del Novecento.

Abbiamo scritto “campionato”, ma le virgolette andrebbero tolte. Quello organizzato da Robinson, il settimanale culturale di Repubblica, è infatti un vero torneo: italiano ma col modello della Champions League, con scontri a eliminazione diretta che porteranno a scegliere l’opera letteraria vincitrice.

C’è il Lessico famigliare della Ginzburg, c’è il Pasticciaccio di Gadda, il Se questo è un uomo di Levi… E poi Sciascia, Pasolini, Pavese… Ci sono due sole autrici oltre alla Ginzburg: la Ortese e la Morante.

C’è Il nome della rosa di Umberto Eco. E proprio con il popolarissimo romanzo di Eco se la dovranno vedere Guareschi e i racconti di Don Camillo: saranno i lettori a decidere con i loro voti il vincitore di questo e degli altri duelli: a eliminazione diretta, dicevamo, quindi da 32 le operre si ridurranno a 16 la prossima settimana, e il torneo proseguirà con ottavi, quarti, semifinale e finalissima.

Eco o Guareschi? Ai lettori la sentenza (e si può partecipare alla votazione iscrivendosi al torneo letterario di Robinson online). Ma intanto, si puà dire che essere lì sia già una vittoria per Giovannino: cioè per colui che l’Unità, in quel triste giorno del luglio 1968, diede contemporaneamente per morto e “mai sorto”…

IL CASO GUARESCHI: un libro e un progetto . Leggi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *